España

Da Wikipedia, a enciclopedia libre.
Ir á navegación Ir á busca
Nota de desambiguación.svg Desambiguación : se buscas outros significados, consulta España (desambiguación) .
Nota de desambiguación.svg Desambiguación : "Reino de España" refírese aquí. Se está a buscar outros significados, consulte Reino de España (desambiguación) .
España
España - Bandeira España - Escudo
( detalles ) ( detalles )
( LA ) Plus Ultra
( IT ) Para ir máis alá
España - Localización
España (verde escuro) na Unión Europea (verde claro)
Datos administrativos
Nome completo Reino de España
Nome oficial Reino de España
Idiomas oficiais Español [1]

Localmente: [2]
Vasco , galego , catalán , dialecto aranés

Outras linguas Asturiano , aragonés e leonés
Capital Escudo de Madrid.svg Madrid (3.223.334 hab. / 2018 )
Política
Forma de goberno Monarquía parlamentaria
Rei Filipe VI
Presidente do Goberno Pedro Sánchez
Independencia 20 de xaneiro de 1479 [3]
Pregón 22 de novembro de 1975 [4]
Entrada na ONU 14 de decembro de 1955
Entrada na UE 1 de xaneiro de 1986
Superficie
Total 504 645 [5] km² ( 53º )
% de auga 1,04%
Poboación
Total 46.769.864 [6] pop. (02-05-2021) ( 31º )
Densidade 94 habitantes / km²
Taxa de crecemento −0,30% (2019) [7]
Nome dos habitantes Españois
Xeografía
Continente Europa , África ( Canarias e prazas de soberanía )
Fronteiras Andorra , Francia , Xibraltar ( Reino Unido ), Portugal , Marrocos
Jet lag UTC + 1 (Península e Illas Baleares ),
UTC + 2 no horario de verán ;
UTC + 0 ( Illas Canarias ),
UTC + 1 no horario de verán
Economía
Moeda EUR
PIB (nominal) 1 425 865 $ [8] millóns de dólares (2018) ( 13o )
PIB per cápita (nominal) 30 697 [8] $ (estimación de 2018) ( 30º )
PIB ( PPP ) 1 864 419 [8] millóns de dólares (2018) ( 14o )
PIB per cápita ( PPP ) 40 138 [8] $ (estimación de 2018) ( 32º )
ISU (2017) 0.891 (moi alto) ( 25º )
Fertilidade 1.4 (2010) [9]
Consumo de enerxía 0,59 kWh / ab. ano
Varios
Códigos ISO 3166 ES , ESP, 724
TLD .es , .eu
Prefixo tel. +34
Autom. E
himno Nacional Marcha Real
Festivo nacional 12 de outubro
España - Mapa
Evolución histórica
Estado anterior España Estado español

Coordenadas : 40 ° 12'N 3 ° 30'O / 40,2 ° N 3,5 ° O 40,2; -3,5

España , oficialmente Reino de España (en castelán e galego : Reino de España , en éuscaro : español Erresuma , en dialecto aranés : Regne d'Espanha , en catalán e valenciano : Regne d'Espanya ), é un estado membro da Unión Unión Europea (desde o 1 de xaneiro de 1986 ) e OTAN (desde 1982 ).

Organizada en forma de monarquía parlamentaria , España está situada no suroeste de Europa e ten unha superficie de 505 514 km² , [5] ten 47 431 256 habitantes (datos de 2020 ) e ocupa o 84,5% do territorio da Península Ibérica , compartido con Portugal , Andorra e Xibraltar . Limita ao nordeste con Francia (da que está separada pola cordilleira dos Pirineos ) e Andorra, ao sur co mar Mediterráneo e Xibraltar (unha pequena posesión do Reino Unido ), ao oeste con Portugal e Marrocos ( a través das cidades autónomas de Ceuta e Melilla , os seus exclaves ). Ten disputas con Portugal pola cidade de Olivere e polas illas Selvagge , situada entre Madeira e Canarias , co Reino Unido por Xibraltar e con Marrocos por Ceuta e Melilla. Finalmente, o exclave de Llívia pertence a España, así como á illa dos faisáns no río Bidasoa (na mesma zona que Francia).

Desde 1561 , agás un curto período entre 1601 e 1606 , a capital é Madrid , que con máis de tres millóns de habitantes (uns seis millóns na área metropolitana) é tamén a cidade máis poboada. A lingua oficial do estado é o castelán [1] . A nivel local, o catalán , o valenciano , o aranés (un dialecto gascón do occitano ) nun val de Cataluña , o galego e o éuscaro gozan todos dun estatus de cooficialidade, garantido pola Constitución española e as lexislacións autonómicas nos seus respectivos territorios de difusión. nas comunidades autónomas. Mesmo o asturiano , o leonés e o aragonés , aínda que non gozan, respectivamente, en Asturias , Castela e León e Aragón dun réxime de cooficialidade cos españois, son obxecto dunha protección particular por parte das autoridades locais. Outros idiomas falados no país non teñen recoñecemento oficial.

Nalgunhas fases importantes da historia europea, España desempeñou un papel importante, como no período da Reconquista , no que os reinos cristiáns das rexións internas da Península Ibérica rexeitaron progresivamente do territorio ao ocupante árabe-bereber que, asentado co califato e coas seguintes dinastías, estivo presente no sur de Iberia dende o século VIII d.C., ata a súa definitiva saída en 1492 por Fernando de Aragón e Isabel de Castela .

Desde principios do século XVI ata a segunda década do século XIX aproximadamente, a monarquía española estivo á fronte dun vasto imperio colonial , que abarcaba os 5 continentes. Diminuído drasticamente en tamaño e poboación, este imperio conseguiu sobrevivir ata finais do século XIX ( guerra hispanoamericana ) e máis alá. Entre 1808 e 1812 a victoriosa rebelión do pobo español contra José Bonaparte , que Napoleón instalara no trono de España para anexionar realmente a península Ibérica, sentou as bases do lento renacemento e modernización de España, que se completou co país. entrada na Comunidade Europea en 1986.

Etimoloxía

Icona de lupa mgx2.svg Mesmo tema en detalle: España (etimoloxía do nome) .

O nome de España deriva do latín Hispania , termo usado polos romanos desde o século III a.C. para indicar toda a península Ibérica e todas as provincias, constituídas por eles, que posteriormente a conformarán. Este termo gradualmente chegou a impoñerse ao grego de Iberia , que pasou a ter (e aínda ten) connotacións puramente xeográficas. Non obstante, dado que a palabra Hispania non ten ningunha raíz que poida estar ligada ao latín antigo ou ao indoeuropeo , hai moitas especulacións sobre as súas posibles orixes, que deron lugar a numerosas hipóteses.

Hipótese fenicia

Non só é o máis estendido, senón que tamén é o que historicamente parece ter o maior fundamento. Segundo esta hipótese, a etimoloxía de Hispania podería derivar:

  • o termo sf (a) Non, probablemente coello , xa que a palabra i-shphhanim fenicio significa literalmente un teixugo de rocha . Outra versión desta mesma etimoloxía sería hi-shphanim , illa de coello ou de novo dos vermes ;
  • da extensión da raíz fenicia, cuxo significado é oculto . Probablemente este termo significase un territorio remoto e inaccesible para unha poboación de navegantes como o fenicio;
  • da palabra i-span-ya , costa ou illa de ferreiros ou forxas (de metais) , que atopa a súa razón de ser da intensa actividade mineira e metalúrxica das costas andaluzas na época na que os fenicios chegaron a España. Lembramos a este respecto que a riqueza do subsolo andaluz foi unha das razóns polas que estableceron as súas primeiras e máis importantes colonias no extremo sur da península; [10]
  • do termo fenicio traducible como norte , xa que a península española está situada ao norte do continente africano, a terra de orixe do púnico: polo tanto teriamos i-span-ia , illa norteña .

Hipótese grega

Hai dúas conxecturas principais sobre unha posible derivación de Hispania do grego antigo :

  • de esperos , nome da primeira estrela que puideron ver no oeste despois do solpor . O fonema podería entón sufrir unha mutación, chegando á palabra Hispania ;
  • polo deus Pan .

Hipótese indíxena

Baséase nas seguintes etimoloxías:

  • do termo ibero de hispalis , oeste, que logo designou a cidade de Sevilla , que na época romana deu, segundo os partidarios desta hipótese, o seu nome a toda a península;
  • do vasco Ezpaina , beizo , pero tamén bordo, bordo ou, máis probablemente, Izpania , cuxa raíz iz entra na composición dalgúns substantivos, entre os que dividir .

Bandeira

O escudo da bandeira.
Icona de lupa mgx2.svg Mesmo tema en detalle: bandeira española .

A bandeira española foi encargada polo rei Carlos III en 1785 . Consta de dúas raias horizontais vermellas e unha grande de cor amarela. No seu interior pódese ver o escudo nacional, formado pola adición dos escudos de Castela (un castelo dourado sobre fondo vermello), León (un león púrpura desenfreado ), Aragón (catro raias verticais vermellas sobre fondo dourado) , Navarra (cadeas douradas sobre fondo vermello) e Granada (unha granada con follas verdes), baixo unha coroa real e entre os dous Pilares de Hércules (que representan o estreito de Xibraltar ) co distintivo Plus Ultra , en referencia ao imperial español expansión . O símbolo da familia Borbón tamén se pode ver no centro da bandeira.

Historia

Icona de lupa mgx2.svg Mesmo tema en detalle: Historia de España .

Os primeiros rexistros escritos da Península Ibérica dana como unha terra poboada en gran parte polos iberos , os vascos e os celtas . Despois dunha difícil conquista, a península caeu baixo o dominio de Roma . Durante a Idade Media quedou baixo dominio xermánico, pero máis tarde foi conquistada invadindo mouros do norte de África . Nun proceso que durou séculos, os pequenos reinos cristiáns do norte recuperaron aos poucos o control da península. O último reino mouro caeu no mesmo ano en que Cristóbal Colón chegou ás Américas (1492). Nesta época comezou un imperio mundial que viu a España converterse nunha potencia líder do mundo durante un século.

As continuas guerras e outros problemas levaron ao declive gradual do poder do Imperio español . A invasión napoleónica de España levou á nación ao caos, provocando movementos independentistas que devastaron a maior parte do imperio e deixaron o país politicamente inestable. Antes da Segunda Guerra Mundial , España sufriu unha devastadora guerra civil que levou ao establecemento dun goberno autoritario, que coincidiu cun período de estancamento pero que rematou cun poderoso impulso económico. A democracia restableceuse pacificamente na forma dunha monarquía constitucional parlamentaria . En 1986, España ingresou na Unión Europea , experimentando un renacemento cultural e un crecemento económico constante.

Prehistoria e pobos prerromanos

A investigación arqueolóxica en Atapuerca indica que a península Ibérica estivo poboada por homínidos xa hai 1,2 millóns de anos. [11] Os humanos modernos chegaron a Iberia, desde o norte a pé, hai uns 32.000 anos. [12] Os artefactos máis coñecidos destes asentamentos prehistóricos son as famosas pinturas rupestres de Altamira en Cantabria que foron feitas ao redor do 15.000 a.C. polo home de Cro-Magnon .

As evidencias arqueolóxicas e xenéticas suxiren que a península Ibérica serviu como un dos principais territorios desde os que se iniciou a repoboación do norte de Europa tras o final da última era glaciar .

Os dous principais pobos históricos da península foron os iberos e os celtas . Os iberos asentáronse no lado mediterráneo de nordeste a sueste. Pola contra, os celtas habitaron o Atlántico , no norte, no centro, no noroeste e suroeste peninsular. Os vascos ocuparon a parte occidental da cordilleira dos Pirineos e as zonas adxacentes.

Entre o 500 a.C. e o 300 a.C., mariñeiros fenicios e gregos fundaron colonias comerciais ao longo da costa mediterránea. Os cartaxineses exerceron brevemente o control sobre gran parte do lado mediterráneo da península, ata que foron derrotados nas guerras púnicas polos romanos. [13]

España romana e gótica

Icona de lupa mgx2.svg Mesmo tema en detalle: a España romana .

Durante a Segunda Guerra Púnica , a expansión da República Romana levou á captura dalgunhas colonias comerciais cartaxinesas ao longo da costa mediterránea. Non obstante, os romanos tardaron case dous séculos en completar a conquista da península ibérica. O dominio romano trouxo a lingua, a lei e as rúas . [14]

As culturas das poboacións celtas e ibéricas foron romanizándose progresivamente. Os comandantes locais foron admitidos na clase aristocrática romana. España produciu grandes cantidades de grans para o mercado romano e exportáronse ouro , la , aceite de oliva e viño dende os seus portos. A produción agrícola aumentou coa introdución do rego. Os emperadores Traxano , Adriano , Teodosio I e o filósofo Séneca naceron en España. O cristianismo introduciuse no país no primeiro século e popularizouse progresivamente.

O debilitamento do Imperio Romano de Occidente en España comezou no 409, cando os suevos e os vándalos , xunto cos alanos , cruzaron o Rin e devastaron a Galia só para ser empurrados a España polos visigodos . Os suevos estableceron un reino onde hoxe hai a Galicia moderna e o norte de Portugal .

Os vándalos Silingi ocuparon a rexión cuxo nome aínda recorda a súa denominación: Vandalusia, a Andalucía moderna. Os bizantinos estableceron unha especie de enclave no sur do país, coa intención de revivir o Imperio romano en toda Iberia. Finalmente, con todo, España reuniuse baixo o dominio visigodo .

España musulmá

Icona de lupa mgx2.svg Mesmo tema en detalle: al-Andalus .

No século VIII case toda a península Ibérica foi conquistada por exércitos musulmáns , principalmente árabes do norte de África. Estas conquistas formaron parte da expansión do imperio omeia . Só unha pequena zona montañosa do noroeste peninsular logrou resistir a invasión inicial.

Segundo a lei islámica, cristiáns e xudeus recibiron o status de dhimmi subordinado. Isto permitiu aos cristiáns e xudeus practicar a súa relixión, oración e fe sen ser discriminados. [15] [16]

A conversión ao Islam procedeu a un ritmo cada vez maior. Crese que os muladies (musulmáns de orixe étnica ibérico) constituían a maioría da poboación a finais do século X. [17] [18]

A Giralda , o campanario da catedral de Sevilla .

Córdoba era a capital do califato e era a cidade máis grande e rica de Europa occidental . O comercio no Mediterráneo favoreceu o intercambio cultural e a rica tradición intelectual musulmá infectou a gran parte dos intelectuais europeos.

Caída dos musulmáns e Reconquista

Icona de lupa mgx2.svg Mesmo tema en detalle: Reconquista .

A Reconquista ("Reconquista") foi un período, que durou 750 anos, no que se produciu a expansión, en detrimento dos reinos mouros por parte dos gobernantes cristiáns de España. O comezo da Reconquista faise coincidir coa batalla de Covadonga no 722 . A vitoria cristiá levou á creación do Reino de Asturias ao longo das montañas da costa noroeste. Pouco despois, no 739, as forzas musulmás foron expulsadas de Galicia, o que para os cristiáns representaba un dos lugares máis sagrados coa presenza do santuario de Santiago de Compostela . Os exércitos musulmáns desprazáronse ao norte dos Pireneos, pero foron derrotados polas forzas francas na batalla de Poitiers . Máis tarde, as forzas francas estableceron condados cristiáns na vertente sur dos Pirineos . Estas zonas viron o xurdimento dos reinos de Navarra e Aragón e do condado de Barcelona . [19] Durante moitos séculos, a fronteira flotante entre as zonas musulmás e cristiás estendeuse ao longo dos vales do Ebro e do Duero .

A captura da cidade estratexicamente central de Toledo en 1085 marcou un cambio significativo no balance de poder en favor dos reinos cristiáns.

Nos séculos XIII e XIV , a secta musulmá marínida do norte de África invadiu e estableceu algúns enclaves na costa sur, pero non conseguiu restablecer o dominio musulmán en Iberia e pronto foron expulsados. O século XIII tamén viu o intento da Coroa de Aragón de expandir a súa influencia en illas do Mediterráneo, Sicilia e incluso Atenas . [20] Durante este período establecéronse as universidades de Palencia (1212/1263) e a universidade de Salamanca (1218/1254). A Peste Negra de 1348 e 1349 devastou España. [21]

En 1469 , as coroas dos reinos cristiáns de Castela e Aragón reuníronse polo matrimonio de Isabel I de Castela e Fernando II de Aragón . Iniciouse a conclusión da conquista de Canarias e en 1492, as forzas de Castela e Aragón tomaron o Emirato de Granada , pechando o último bastión de 781 anos de presenza do dominio islámico en Iberia. O Tratado de Granada garantiu a tolerancia relixiosa cara aos musulmáns. [22] O ano 1492 tamén marcou a chegada de Cristóbal Colón ao Novo Mundo , grazas a unha viaxe financiada por Isabel. Ese mesmo ano, en España, os xudeus recibiron a orde de converterse ao catolicismo , baixo a pena de expulsión dos territorios españois ou mesmo a morte durante a Inquisición española . [23] Poucos anos despois, tras a axitación social, os musulmáns foron expulsados ​​nas mesmas condicións. [24]

España imperial

Icona de lupa mgx2.svg Mesmo tema en detalle: Imperio español .
Influencia histórica do Imperio español.

A unificación das coroas de Aragón e Castela sentou as bases da España moderna e do imperio español . [25] España foi así unha potencia europea indiscutible ao longo do século XVI e durante a maior parte do XVII , grazas ao comercio e ás posesións coloniais. Nestes anos España estivo involucrada en numerosos eventos bélicos, incluíndo: as guerras de Italia , a revolta dos Comuneros , a chamada " Revolta dos mendigos ", a revolta dos moriscos e a guerra anglo-española . [26]

Foi tamén un período de gran fermento cultural, grazas á apertura de novas rutas, á exploración do mundo e aos intercambios comerciais, España experimentou a chamada "época dourada". As actividades culturais tiveron o seu epicentro na Universidade de Salamanca .

No campo relixioso en 1534 a Compañía de Xesús foi fundada por Ignacio de Loyola , autor dos Exercicios Espirituais .

Na segunda metade do século XVII , España sufriu un descenso relativo gradual. A pesar dalgunha pequena perda de territorio en Francia, mantivo o seu vasto imperio de ultramar ata principios do século XIX .

O declive culminou coa Guerra de Sucesión Española que deu lugar a un gran conflito internacional e a guerra civil , que marxinou a España das principais potencias mundiais.

Durante esta guerra, unha nova dinastía orixinaria de Francia, os Borbóns , asumiron o poder, abolindo moitos dos vellos privilexios e leis rexionais. [27]

O século XVIII viu unha recuperación gradual e aumentou a prosperidade en gran parte do imperio. A monarquía borbónica realizou moitas obras de modernización, ao estilo do sistema francés, relativas á xestión administrativa e económica. As ideas da Ilustración comezaron a gañar espazo entre algunhas das elite do reino e da monarquía .

O dominio napoleónico e as súas consecuencias

Icona de lupa mgx2.svg Mesmo tema en detalle: Restauración Española e Guerras de Independencia Hispanoamericanas .
3 de maio de 1808 , pintura de Goya que representa a represión dos revolucionarios españois por parte das tropas francesas

En 1793 , España entrou na guerra contra a nova República francesa , que derrocara e executara ao seu rei borbón , Luís XVI . Derrotada no terreo, a paz asinouse en 1795 e España converteuse nun estado cliente de Francia. En 1807, o tratado secreto de Fontainebleau entre Napoleón e Manuel Godoy , foi profundamente impopular e levou a unha declaración de guerra contra Gran Bretaña e Portugal . As tropas francesas entraron no reino indiscutiblemente, coa escusa de invadir Portugal, ocuparon as fortalezas españolas, provocando a abdicación do rei español en favor do irmán de Napoleón, Giuseppe Bonaparte .

Este monarca monicreque estranxeiro foi considerado polos españois con desprezo. A revolta do 2 de maio foi unha das moitas revoltas nacionalistas contra o réxime bonapartista en todo o país. [28] Estas revoltas marcaron o comezo da Guerra de Independencia Española . [29] Napoleón viuse obrigado a intervir persoalmente, derrotando a varios exércitos españois, que sufrían unha organización ineficiente e tiveron que chocar incluso cos ingleses máis organizados, aliados dos revolucionarios. Non obstante, debido ao poder británico e á desastrosa campaña rusa , en 1814 o exército francés foi expulsado e o rei Fernando VII volveu ao trono. [30]

As invasións francesas devastaron a economía e deixaron a España sometida a unha grave inestabilidade política. As loitas de poder do século XIX provocaron a perda de todas as colonias americanas, agás Cuba e Porto Rico .

Guerra hispanoamericana

Icona de lupa mgx2.svg O mesmo tema en detalle: Guerra hispanoamericana .
O buque español Cristóbal Colón , destruído durante a batalla de Santiago de Cuba , o 3 de xullo de 1898 .

Debido á inestabilidade política e á crise económica que sufriu España no século XIX , xurdiron movementos nacionalistas en Filipinas e Cuba , daquela baixo control español. Estes movementos levaron a guerras de independencia que tamén implicaron aos Estados Unidos . A pesar dos esforzos dos distintos departamentos militares, o exército español estivo mal xestionado nos máis altos niveis e isto provocou a derrota na guerra hispanoamericana . Esta guerra resolveuse co Tratado de París de 1898 no que Cuba gañou a independencia e España viuse obrigada a ceder Filipinas, Guam e Porto Rico aos Estados Unidos pola suma de 20 millóns de dólares .

A derrota militar (chamada El desastre ) axudou a dar un impulso á Xeración do 98 , un grupo de intelectuais españois que realizou unha análise moi crítica da situación no país.

Guerra Civil Española

Icona de lupa mgx2.svg Mesmo tema en detalle: Guerra Civil Española .

O comezo do século XX trouxo certa paz a España, que participou, aínda que sen grandes ambicións, na carreira das potencias europeas para colonizar o continente africano : o Sáhara Occidental , unha parte de Marrocos e Guinea convertéronse en colonias españolas. As fortes perdas sufridas durante a guerra do Rif en Marrocos contribuíron a minar o prestixio da monarquía. Un período do réxime autoritario do xeneral Miguel Primo de Rivera (1923-1930) rematou coa instauración da Segunda República Española , que ofreceu autonomía política a Euskadi, Cataluña, Galicia e estendeu o dereito ao voto ás mulleres.

En xullo de 1936 comezou a guerra civil española , grazas ás forzas nacionalistas hostís á República, encabezadas polo xeneral Francisco Franco , que saíron vitoriosas grazas tamén ao apoio da Alemaña nazi e a Italia fascista .

La guerra civile durò tre anni e causò la morte di oltre mezzo milione di persone [31] e l' emigrazione di circa 500.000 cittadini, la maggior parte dei loro discendenti vive oggi nei paesi dell' America latina , di cui se ne contano circa 300.000 nella sola Argentina . [32]

Francisco Franco e il presidente statunitense Eisenhower , Madrid, 1959.

Spagna durante il Franchismo

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Franchismo .

La Spagna di Franco si dichiarò neutrale durante la seconda guerra mondiale , ma mantenne un rapporto di sintonia con le potenze dell'Asse . L'unico partito legale sotto il regime franchista fu la Falange Española Tradicionalista y de las Juntas de Ofensiva Nacional Sindicalista , formatosi nel 1937. Il partito era dichiaratamente anticomunista , cattolico e nazionalista . Più tardi il partito fu ribattezzato in Movimiento Nacional .

Nel dopoguerra la Spagna era un paese politicamente ed economicamente marginale e fuori dalle Nazioni Unite . La situazione mutò nel 1955 , durante il periodo della guerra fredda , quando divenne strategicamente importante per gli Stati Uniti stabilire una presenza militare nella penisola iberica, come contenimento per un eventuale mossa dell' URSS nel bacino del Mediterraneo.

Nel corso del decennio successivo furono forniti al paese aiuti finanziari di una certa consistenza che, unitamente all'impetuoso sviluppo turistico, in particolare di numerose aree costiere, contribuirono ad assicurare alla Spagna tassi di crescita economica sempre più sostenuti che diedero un forte impulso alla modernizzazione del Paese. Avvenne il "miracolo spagnolo".

Alla morte di Franco, avvenuta nel novembre 1975, Juan Carlos divenne re di Spagna e capo di Stato, in conformità con la legge.

Spagna dopo Franco

Il nuovo re virò verso una transizione democratica e con l'approvazione della nuova Costituzione spagnola del 1978 e l'arrivo della democrazia , lo Stato ha devoluto alcune autorità alle regioni creando una organizzazione interna basata sulle comunità autonome .

Nei Paesi Baschi , il nazionalismo moderato basco ha convissuto con un movimento radicale nazionalista guidato dall'organizzazione armata ETA . Il gruppo si è formato nel 1959 durante il regime di Franco, ma ha continuato a condurre la sua campagna violenta anche dopo il ripristino della democrazia e il ritorno ad un ampio grado di autonomia regionale.

Il 23 febbraio 1981 , elementi ribelli tra le forze di sicurezza hanno tentato un colpo di Stato nel tentativo di imporre un governo militare. Re Juan Carlos ha preso personalmente il comando delle forze armate e con successo ha portato i golpisti alla resa.

Il 30 maggio 1982 , la Spagna ha aderito alla NATO e nello stesso anno il PSOE è salito al potere. Sempre nel 1982 si sono tenuti in Spagna i Mondiali di calcio FIFA , che hanno contribuito a far riscoprire il Paese al Mondo, dopo gli anni di dittatura e di transizione alla democrazia .

Nel 1986 la Spagna ha aderito alla Comunità europea ; nello stesso anno, a seguito di un referendum , il paese ha confermato la sua appartenenza alla NATO.

Anche le Olimpiadi di Barcellona e la EXPO di Siviglia, tenutesi nel 1992 , hanno sortito un benefico effetto per la ripresa del turismo e per far conoscere il modello di vita ei costumi della nuova Spagna.

Spagna nel XXI secolo

Euro, valuta ufficiale in Spagna dal 2002

Come si è già accennato, a partire dagli anni sessanta del Novecento la Spagna ha vissuto un'epoca di grande sviluppo economico, con tassi di crescita nettamente superiori alla media europea. Tale sviluppo continuò anche dopo il 1º gennaio 2002 allorquando il Paese adottò l'euro (che condivide con altri 18 Paesi della zona euro ) in sostituzione della peseta ed ebbe termine solo con la grande crisi economica iniziata nel 2008 . [33]

L'11 marzo 2004 , un attentato terroristico colpì alcuni treni pendolari di Madrid. Dopo un processo durato cinque mesi, si è concluso che gli attentati sono stati perpetrati da un locale gruppo militante islamico ispirato da al-Qaida . [34] Gli attentati uccisero 191 persone e portarono al ferimento di più di 1800. Si è ipotizzato da taluni che l'intenzione degli autori fosse rivolto ad influenzare l'esito delle elezioni generali del 2004 avvenute tre giorni dopo, [35] che portarono alla vittoria del PSOE , guidato da José Luis Rodríguez Zapatero . [36]

Durante il governo Zapatero la Spagna divenne il terzo paese al mondo, dopo Paesi Bassi e Belgio , a legalizzare il matrimonio omosessuale (con adozioni) il 30 giugno 2005 .

Nel 2014 dopo 39 anni di regno re Juan Carlos ha abdicato in favore del figlio, divenuto re con il nome di Felipe VI.

Geografia

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Geografia della Spagna .

La Spagna è una nazione dell' Europa sud -occidentale, che comprende circa l'85% della penisola iberica . L'area totale è di 504.782 km² , dei quali 499.542 km² sono di terra e 5.340 di acque.

La Spagna ha un altopiano chiamato Meseta che si estende per circa 400.000 km 2 . Esso è circondato da varie catene montuose: la Cordigliera Cantabrica a nord, i Pirenei a nord-est che separano la Spagna dalla Francia e le cui cime superano i 3000 metri, il Sistema Centrale nel centro, il Sistema Betico e la Sierra Morena a sud, ad est il Sistema Iberico. La montagna più alta della Spagna continentale è quella del Sistema Betico: il Mulhacén con i suoi 3482 m di altezza.

La pianura più estesa è la Depressione Betica in Andalusia, e tutte si trovano lungo la linea costiera che si estende per 4000 km

Panorama in Castiglia-La Mancia .

I confini della Spagna sono formati per il 72% (4.964 km ) dal mare e per il 28% (1.917 km) da terra. Il Mare di Cantabria ( Golfo di Biscaglia ) si trova a nord, il Mar Mediterraneo e il Mare delle Baleari a sud e sud-est, il Portogallo e l' Oceano Atlantico a ovest e la Francia e Andorra a nord-est, lungo i Monti Pirenei . La costa mediterranea si estende per 1.660 km, mentre quella atlantica per 710 km. I Pirenei si estendono per 435 km dal Mar Mediterraneo al Golfo di Biscaglia . Nell'estremo sud della Spagna si trova lo stretto di Gibilterra , che separa la Spagna e il resto dell' Europa dal Marocco , nel Nord Africa . Il Teide con i suoi 3718 metri sul livello del mare (ei circa 7.000 metri sopra la piattaforma oceanica) è la vetta più alta di Spagna e la cima più alta di tutto l' Atlantico . È il terzo più grande vulcano del mondo dalla sua base. [37]

Al largo della penisola iberica ci sono diverse altre zone spagnole: le Isole Baleari nel Mar Mediterraneo, le Isole Canarie a sud-ovest, a circa 108 km a nord-ovest dell' Africa ; ci sono inoltre altre cinque terre di sovranità spagnola ( plazas de soberanía ) sulla costa del Marocco : Ceuta , Melilla , Isole Chafarinas , Peñón de Alhucemas e Peñón de Vélez de la Gomera .

Panorama della Sierra Norte , nei pressi di Madrid.

Morfologia

Mappa geografica della Spagna.

La forma del territorio spagnolo è tozza e poco articolata. Possiamo distinguervi tre regioni geografiche:

  1. L' altopiano centrale della Meseta : È di antica formazione ed occupa buona parte dell'area centrale del Paese. È diviso in due parti. È attraversato da catene montuose ed è delimitato a Est dai Monti Iberici e dalla Sierra Morena a Sud. Nel cuore di questa zona è presente la capitale Madrid
  2. Le catene settentrionali: sono costituite dai Pirenei e dalla Cordigliera Cantabrica che corre lungo la costa. La catena dei Pirenei è giovane, mentre i Monti Cantabrici sono più antichi.
  3. Il Sistema Betico , a Sud: è formato da una serie di catene montuose, tra le quali la Sierra Nevada (Mulhacén). Le pianure, poco estese, sono sulle sottili fasce costiere.
Pirenei centrali. Panorama dal Pic du Midi de Bigorre
Vista del Teide , sull'isola di Tenerife . È la vetta più alta di Spagna

Catene montuose

Pianure

Vulcani

Isole

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Isole della Spagna .

Le isole principali sono raggruppate in due arcipelaghi: le Isole Baleari e le Isole Canarie . Le Baleari sono situate nel Mediterraneo, non lontano dalle coste della Comunità Valenzana e sono composte da quattro isole principali, Maiorca , Minorca , Ibiza e Formentera . Le Canarie invece sono situate nell' Atlantico , al largo del Marocco meridionale ea oltre 1000 km a sud-ovest della penisola iberica . Geograficamente appartengono al continente africano . Sono Gran Canaria , Lanzarote , Fuerteventura , Tenerife , La Palma , La Gomera ed infine El Hierro . Ci sono poi altre isole minori, molto più piccole, come le Isole Cíes .

La Graciosa , piccola isola dell'arcipelago delle Canarie .
La Spagna ha uno sviluppo costiero di 4000 km. La costa atlantica nei Paesi Baschi , caratterizzata da paesaggi verdi, scogliere e vento forte

Idrografia

Fiumi

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Fiumi della Spagna .

I fiumi sono numerosi ma hanno un regime torrentizio, che ne limita lo sfruttamento come vie di comunicazione.

La maggior parte dei fiumi iberici di grande portata si dirige verso l'Atlantico, ad eccezione dell' Ebro [38] , al quale si aggiungono il Turia , lo Júcar e il Segura che sfociano nel Mar Mediterraneo. Procedendo da nord verso sud gli altri fiumi principali che sfociano nell'Atlantico sono il Duero , il Tago , il Guadiana e il Guadalquivir , che attraversa la depressione andalusa e raccoglie le acque della Sierra Nevada e di parte della Sierra Morena ed è forse il fiume importante a livello economico per la sua regolarità di portata idrica e le condizioni climatiche del suo bacino. [38]

Laghi

In Spagna non esistono laghi naturali di grandi dimensioni, bensì numerosi bacini artificiali, destinati ad assicurare il fabbisogno energetico ed idrico di zone più o meno ampie del paese. In spagnolo vengono definiti pantanos , o embalses (di particolare importanza gli embalses di Alcántara , di Torrejón e di Valdecañas sul Tago , e quello di Mequinenza , sull' Ebro ).

Coste

A parte i confini con Francia , Andorra , Gibilterra e Portogallo , la Spagna nel territorio rimanente è completamente circondata dal mare, precisamente dall' Oceano Atlantico a nord, nord-ovest ed un piccolo tratto del sud-ovest, nonché dal Mar Mediterraneo a est, sud-est e sud fino alle Colonne d'Ercole . Alla penisola iberica vanno aggiunte le Canarie , completamente nell'Atlantico e le Baleari , completamente situate nel Mediterraneo.

Per l'enorme lunghezza delle sue coste e la notevole diversità di posizione fra di esse, la Spagna presenta tratti litorali diversissimi. La costa atlantica, chiamata nel tratto più orientale Mar Cantabrico (che è a sua volta parte del Golfo di Biscaglia ), è caratterizzata da suggestive baie alternate da scogliere suggestive lavorate dal forte vento oceanico e dalle numerose piogge. Soprattutto nella parte più occidentale la costa è frastagliata ed incisa da strette e lunghe insenature, chiamate ría , tipiche della Galizia , incastonate in tratti scoglieri molto impervi, fra tutti la celebre Costa della Morte .

Completamente diversa è la costa mediterranea, molto più dolce e poco frastagliata, con eccezione del golfo di Valencia e dell'area deltizia dell' Ebro e di alcuni promontori, anche se presenta comunque tratti scoglierosi, e soprattutto dal clima molto più mite e adatto al turismo di balneazione. Si affacciano sulla costa mediterranea numerose città famose come Barcellona , Valencia e Malaga , oltre a località spiccatamente balneari come Lloret de Mar o Tarifa . Viene divisa geograficamente in più parti: la più settentrionale è la Costa Brava , che si estende dal confine francese fino a Barcellona ; la Costa Daurada si estende dal capoluogo catalano fino alle foci dell' Ebro ; la Costa del Azahar fino a Dénia (esclusa) includendo pertanto la quasi totalità del Golfo di Valencia ; la Costa Blanca fino a Cabo de Gata ; ed infine la Costa del Sol che bagna tutta la Spagna meridionale fino allo stretto di Gibilterra . La costa mediterranea, dato il suo maggiore richiamo turistico, è stata meno preservata di quella Atlantica e ha conosciuto notevoli abusi edilizi.

Clima

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Clima spagnolo .
Zone climatiche.

Tre zone climatiche principali possono essere individuate in Spagna, in base alla posizione geografica e alle condizioni orografiche: [39] [40] [41]

  • Il clima mediterraneo , caratterizzato da estati secche e calde. Secondo la classificazione climatica Köppen , è dominante nella penisola, con due varietà: Csa e Csb.
  • Il clima steppico (Bsh, Bsk), si trova nella parte sud-est del paese, soprattutto nella regione di Murcia e nella valle dell' Ebro . In contrasto con il clima mediterraneo, la stagione secca si estende oltre l'estate.
  • Il clima oceanico (Cfb), che si trova nella parte nord del paese, soprattutto nella regione dei Paesi Baschi, Asturie, Cantabria e in parte in Galizia. In contrasto con il clima mediterraneo, le temperature invernali ed estive sono influenzate dal mare e non presentano la siccità stagionale.

Oltre a questi tipi principali, si possono trovare altri sotto-tipi, come il clima alpino dei Pirenei e in Sierra Nevada , e un tipico clima subtropicale nelle Isole Canarie .

Costa mediterranea vicino ad Alicante , con spiagge lunghe e intenso sfruttamento turistico

Popolazione

Demografia

Andamento della popolazione della Spagna dal 1900 al 2005
Distribuzione geografica della popolazione.

La conformazione del territorio condiziona una distribuzione non equilibrata della popolazione: sulle coste, lungo le valli dei fiumi e nelle zone economicamente più progredite, in cui sono sviluppate l' agricoltura e le industrie, la densità supera i 300 abitanti per km². In molte aree della Meseta , invece, la densità è al di sotto dei 29 ab. per km². La popolazione urbana (77%) è costantemente in crescita.

La popolazione totale della Spagna era, secondo le stime dell'anno 2011, di 47.025.000 abitanti, con una densità media di 93 abitanti per km², suddivisa nelle varie comunità autonome che fanno parte del Regno.

Il fenomeno dell' urbanizzazione è abbastanza recente, ed oggi il 70% degli spagnoli vive nelle città , molte delle quali si sono sviluppate in modo non organico e con problemi, talvolta gravi, di inquinamento .

Il territorio del Paese è diviso in comunità autonome che, in considerazione della diversa storia, godono di una notevole autonomia.

La Spagna è il 2º paese europeo con la maggior concentrazione di avvocati, con una media nazionale di 5,5 avvocati ogni 1000 abitanti. [42]

Popolazione delle isole

Monte Teide sull'isola di Tenerife .

Etnie

La popolazione è costituita in gran parte da spagnoli appartenenti a diversi gruppi etnico-linguistici ( castigliani , catalano - valenciani , galiziani , Baschi , etc) e da una minoranza di stranieri che, agli inizi del 2008 , rappresentava oltre l'11% della popolazione nazionale: 5,2 milioni su 46 milioni circa. [43] Le comunità autonome dov'è più consistente la presenza di collettività straniere sono la Catalogna , con oltre un milione di unità, Madrid , con quasi un milione e la Comunità Valenzana , con circa 800.000. Notevole è la presenza di immigrati dell' Europa orientale (soprattutto romeni , che attualmente rappresentano la comunità allogena più numerosa del Paese), nordafricani , molti dei quali clandestini (impiegati soprattutto nelle aziende agricole della Spagna meridionale), e latino-americani . Negli ultimi anni tuttavia, complice la crisi e la disoccupazione diffusa, i saldi immigratori hanno registrato un saldo negativo rispetto agli anni precedenti e sempre più stranieri, soprattutto nordafricani e sudamericani, non richiedono il rinnovo del visto di soggiorno preferendo tornare nei paesi d'origine o spostarsi in altri stati europei.

Religione

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Religioni in Spagna .

Il cristianesimo , nella confessione Cattolica, è la principale religione della Spagna.

Secondo lo studio condotto da Pew Forum (2010) la statistica riguardo all'affiliazione religiosa in Spagna è la seguente:

75.2% cattolici

2.1% musulmani

2.0% ortodossi

1.0% protestanti

0.5% altri cristiani

0.2% altre religioni

19.0% non affiliati

Lingue

     Spagnolo , parlato su tutto il territorio

     Catalano , co-ufficiale

     Basco , co-ufficiale

     Galiziana , co-ufficiale

     Occitano , co-ufficiale

     Asturiano-leonese

     Aragonese

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Lingue della Spagna , Lingue ibero-romanze e Lingua basca .

Il nucleo dell'area linguistica centrale spagnola è il castigliano. Il leonese e l'aragonese sono zone di passaggio fra il castigliano e il galiziano e fra il castigliano e il catalano. La delimitazione geografica dello spagnolo rispetto a queste lingue viene intrapresa in generale secondo un criterio storico-linguistico, ossia la dittongazione delle vocali brevi latine è e ó (dente-diente/porta-puerta) . Il leonese e l'aragonese si distinguono dal castigliano per la conservazione della – f latina (forno-horno).

Storicamente la suddivisione in aree linguistica della Penisola Iberica si riconduce, non tanto alla latinizzazione dell'impero Romano, ma all'epoca della Reconquista: lo sviluppo linguistico latino-romanzo fu interrotto nell'VIII secolo, quando un esercito invasore arabo-islamico proveniente dal Nord Africa, conquistò quasi l'intera penisola. Nei 7 secoli successivi la storia della Spagna fu segnata da alleanze e scontri fra i mori e gli ispanici. Il conflitto si riassume con il termine “Reconquista”. La Reconquista è il periodo di 750 anni in cui avviene la riconquista dei regni moreschi-musulmani di Al-Andalus della Penisola Iberica da parte dei sovrani cattolici, che culminò il 2 gennaio 1492 quando Ferdinando e Isabella, Los Reyes Católicos, espulsero dalla Penisola l'ultimo dei governatori musulmani e con la conquista di Granada. Nel corso della Reconquista il castigliano si era diffuso sia in direzione delle regioni settentrionali e sia in tutto il meridione, diversamente dal leonese e dall'aragonese che erano limitati nella regione di confine.

Lingua ufficiale in tutto lo stato è il castigliano o spagnolo . In alcune comunità autonome rivestono carattere di coufficialità con il castigliano il catalano - valenciano ( Catalogna , Isole Baleari e Comunità Valenzana ) il galiziano ( Galizia ) e il basco ( Paesi Baschi e Navarra ). Lo Stato spagnolo e le amministrazioni periferiche proteggono ed incoraggiano l'uso, in ambito locale, di alcune lingue e parlate che però non godono dello status di coufficialità come l' asturiano , il leonese , il cántabro e l' estremegno (ormai estinto; tradizionalmente l'asturiano, il leonese e l'estremegno vengono considerate tre varietà della stessa lingua: l'asturiano-leonese), l' aragonese . Nella Valle d'Aran è riconosciuto ufficialmente, accanto al castigliano e al catalano, anche l' aranese , varietà di guascone del gruppo linguistico occitano . A La Línea de la Concepción al confine con Gibilterra la popolazione parla Llanito e inglese come terza lingua.
Inoltre nella città autonoma africana di Ceuta si parla l' arabo , ea quella di Melilla , il berbero . Il portoghese viene parlato nella regione di Olivenza e in diversi punti confinanti con il Portogallo . La cosiddetta fala è una parlata del valle di Xálima molto più prossima al galiziano che al portoghese. Tradizionalmente, il galiziano è considerato dalla linguistica ( Friedrich Diez , Wilhelm Meyer-Lübke , Erich Auerbach , Gustav Gröber , Heinrich Lausberg , André Martinet , etc.), una varietà di portoghese.

Ordinamento dello Stato

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Politica della Spagna , Costituzione della Spagna e Monarchia spagnola .
Prima pagina della costituzione spagnola.

Secondo la Costituzione del 1978 , la Spagna è una monarchia ereditaria parlamentare , dove il re ha un ruolo di rappresentanza, ma anche di garante della democrazia e dell'unità del Paese.

Il potere esecutivo è nelle mani del Consiglio dei ministri ( Consejo de Ministros ), retto da unPresidente del Governo , cui il Parlamento dà e toglie la fiducia.

Il potere legislativo è attribuito a un Parlamento bicamerale ( Cortes Generales ) con mandato quadriennale, composto di:

  • Congresso dei Deputati ( Congreso de los Diputados ), una camera di 350 deputati, eletti con un sistema proporzionale corretto e senza voto di preferenza in circoscrizioni corrispondenti alle province;
  • Senato del Regno di Spagna ( Senado ), una camera con un numero di senatori variabile, nell'attuale legislatura sono 265, di cui 208 eletti direttamente e 57 eletti indirettamente dai parlamenti regionali.

Il potere giudiziario è indipendente.

Suddivisioni amministrative

Comunità autonome

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Comunità autonome della Spagna .
Mappa della Comunità autonome

La Spagna è suddivisa in 17 comunità autonome ( comunidades autónomas , al singolare: comunidad autónoma ) che sono ulteriormente suddivise in 50 province, più due città autonome: Ceuta e Melilla (designate ufficialmente come Plazas de Soberanía en el Norte de África ). Gibilterra è rivendicata dalla Spagna.

Ceuta , Melilla e altri piccoli isolotti, che si estendono su 0,65 km² e contano 312 abitanti sono i resti del vasto impero coloniale che il paese possedeva. In totale la Spagna ha 31,65 km² di territori nell'Africa del Nord, popolati da 138.228 abitanti.

Province e municipi

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Province della Spagna e Comuni della Spagna .

A partire dall'introduzione del sistema delle comunità autonome le province hanno visto diminuire i loro poteri. Sono ancora utilizzate come distretti elettorali, per la codifica postale e come riferimenti geografici.

Sette comunità autonome sono composte da una sola provincia: Asturie , Isole Baleari , Cantabria , La Rioja , Comunità autonoma di Madrid , Murcia , e Navarra .

Le province sono a loro volta suddivise in comuni o municipi (in spagnolo municipio ). A capo del municipio c'è l' alcalde , il sindaco .

Città principali

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Comuni della Spagna per popolazione .
Principali città in Spagna

Madrid
Madrid
Barcellona
Barcellona
Valencia
Valencia

Città Comunità Autonoma Popolazione Città Comunità Autonoma Popolazione

Sevilla
Siviglia
Zaragoza
Saragozza
Málaga
Malaga

1 Madrid Madrid 3.273.049 11 Alicante Comunità Valenzana 334.418
2 Barcellona Catalogna 1.619.337 12 Córdoba Andalusia 328.547
3 Valencia Comunità Valenzana 809.267 13 Valladolid Castiglia e León 315.522
4 Siviglia Andalusia 704.198 14 Vigo Galizia 297.124
5 Saragozza Aragona 675.121 15 Gijón Asturie 276.854
6 Malaga Andalusia 573.969 16 A Coruña Galizia 244.162
7 Murcia Murcia 448.700 17 Hospitalet de Llobregat Catalogna 241.750
8 Palma di Maiorca Isole Baleari 404.681 18 Santa Cruz de Tenerife Isole Canarie 240.266
9 Las Palmas de Gran Canaria Isole Canarie 383.308 19 Granada Andalusia 235.692
10 Bilbao Paesi Baschi 353.187 20 Vitoria Paesi Baschi 239.154
Statistiche del 2010 [44]

Principali aree metropolitane

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Aree metropolitane spagnole .
Pos. Comune Regione Prov. Abitanti
1 Madrid Madrid Madrid 5.883.521
2 Barcellona Catalogna Barcellona 3.150.380
3 Valencia Comunità Valenzana Valencia 2.463.592
4 Siviglia Andalusia Siviglia 1.438.451
5 Malaga Andalusia Málaga 965.371
6 Bilbao Paesi Baschi Biscaglia 949.939
7 Oviedo - Gijón Asturie Asturie 857.495
8 Alicante - Elche Comunità Valenzana Alicante 725.395
9 Saragozza Aragona Saragozza 688.343
10 Vigo Galizia Pontevedra 659.632

Istituzioni

Ordinamento scolastico

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Istruzione in Spagna .

Il sistema educativo in Spagna è principalmente pubblico e si articola in diverse fasce. Sono obbligatori gli insegnamenti nelle scuole elementari e nelle scuole medie, mentre sono facoltativi gli insegnamenti infantili (gli asilo nido e le scuole materne) e gli insegnamenti secondari non obbligatori, come la scuola superiore e la formazione professionale. Inoltre la Spagna possiede un importante sistema universitario.

Una delle più importanti istituzioni educative spagnole private è stata rappresentata dalla Institución Libre de Enseñanza , che ha riguardato tutti gli aspetti della cultura spagnola.

Università

Era il 1212 quando venne fondata la prima università in Spagna: l' Università di Palencia , istituita da Alfonso VIII di Castiglia , dove si formarono personalità come San Domenico di Guzmán e altri. L' Università Alfonso X el Sabio (UAX) è la prima università privata spagnola approvata dalle Cortes Generales (parlamento spagnolo), nel 1993

Ma nel 1218 fu fondata da Alfonso IX di León l' Università di Salamanca : fu la prima in Europa a detenere il titolo di Università per l'editto del 1253 di Alfonso X di Castiglia e papa Alessandro IV , che concede la licenza ubique docendi , nel 1255

Politica

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Politica della Spagna .

Partiti politici ed elezioni democratiche

Torre di Hércules , nella città di A Coruña , in Galizia .

Le prime elezioni democratiche dopo il franchismo si tennero il 15 giugno 1977 , e furono vinte da una coalizione politica, e successivamente, partito politico di centro, l' Unione del Centro Democratico (UCD), presieduto da Adolfo Suárez . Il sistema politico è basato sul multipartitismo, ma da tempo due sono i partiti dominanti: il Partito Socialista Operaio Spagnolo (di centro-sinistra) e il Partito Popolare (di centro-destra). I due partiti dominanti si alternano al potere, ma quasi sempre, a causa del sistema elettorale, dopo le elezioni devono forgiare coalizioni con partiti minori. Il Partito Socialista ha guidato il governo dal 1982 al 1996 (governi di Felipe González ) e dal 2004 al 2011 (governi di José Luis Rodríguez Zapatero ); il Partito Popolare dal 1996 al 2004 (governi di José María Aznar ) e dal 2011 al 2018 (governi di Mariano Rajoy ). Il 2 giugno 2018, dopo la sfiducia a Rajoy a causa di un grave scandalo di corruzione, diventa premier il leader dei socialisti Pedro Sánchez , con il sostegno di Podemos e delle autonomie.

Organizzazioni internazionali cui la Spagna ha aderito

Organizzazioni internazionali
Membro ONU dal: 14 dicembre 1955
Membro NATO dal: 30 maggio 1982
Membro UE dal: 1º gennaio 1986

Economia

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Economia della Spagna .
Esportazioni spagnole nel 2006 .

L'economia spagnola rientra tra le economie avanzate dell'Europa occidentale. In particolare, nel decennio che va dal 1998 al 2008, l'economia iberica è stata tra le più dinamiche nell' eurozona . [45] La società e l'economia spagnola hanno vissuto un forte periodo di trasformazione e di crescita nel corso degli ultimi due decenni del novecento. Uscito dall'isolamento politico ed economico imposto dalla lunga dittatura fascista, il Paese si è aperto a degli scambi commerciali internazionali e ha aderito all' UE nel 1986. il secondario è maggiormente sviluppato nelle industrie chimiche

L'economia ha anche potuto contare sulla nascita di nuove imprese industriali e sull'afflusso di capitali stranieri che, sfruttando il minor costo della mano d'opera rispetto ad altri paesi, hanno avviato iniziative industriali e commerciali. Si sono inoltre aggiunti nuovi mezzi di comunicazione che hanno aumentato il reddito del sistema produttivo. Il settore principale è quello terziario: turismo e commerci ( uva e agrumi ) sono molto sviluppati.

Tuttavia, a partire dalla grande crisi finanziaria iniziata nel 2008 e la crisi del sistema bancario che ha costretto il governo spagnolo a chiedere aiuti al fondo salva stati nel giugno del 2012 a causa dello scoppio della bolla immobiliare , l'economia spagnola è entrata in una crisi profonda che ha portato il livello di disoccupazione a sfiorare il 25% (ha raggiunto anche il 26,3% in alcuni mesi del 2013, scenderà sotto il 20% solo a giugno 2016 e scenderà fino al 13,9% a febbraio 2019 [46] ) e un declassamento del suo debito pubblico che hanno portato il rating dalla tripla A a (per l'agenzia Moody's ) a BAA3 con outlook negativo il 14 giugno 2012, fino a portare ad un rendimento dei titoli di stato a 10 anni ad un rendimento che sfiora il 7% annuo e che è considerato un punto di non ritorno sulla strada del default .

Turismo

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Turismo in Spagna .
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Parchi nazionali della Spagna .

Nel corso degli ultimi quattro decenni l' industria del turismo spagnolo è cresciuta fino a diventare la seconda più grande del mondo, con un valore stimato di 40 miliardi di euro, nel 2006, corrispondente a circa il 5% del PIL . [47] [48] Il clima della Spagna, i monumenti storici e culturali, la sua posizione geografica, insieme alle sue infrastrutture ricettive all'avanguardia, contribuiscono a farla essere una delle mete più ambite, creando una grande fonte di occupazione stabile e continua di sviluppo.

Energia

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Energia rinnovabile in Spagna ed Energia nucleare in Spagna .
Centrale Planta Solar 10 , vicino a Siviglia .

La Spagna è uno dei paesi leader a livello mondiale nello sviluppo e nella produzione di energia rinnovabile . Nel 2010 la Spagna è diventata il leader mondiale nella produzione di energia solare , superando gli Stati Uniti con un impianto enorme, vicino ad Alvarado , Badajoz . [49] [50] La Spagna è anche il principale produttore europeo di energia eolica . Nel 2010 le sue turbine a vento hanno generato 42.976 GWh, pari al 16,4% di tutta l'energia prodotta in Spagna. [51] [52] [53] Il 9 novembre 2010, l'energia eolica ha raggiunto un picco istantaneo storico che ha coperto il 53% di energia elettrica della domanda della terraferma [54] e ha generato una quantità di energia equivalente a quella di 14 reattori nucleari . [55] Altre energie rinnovabili utilizzate in Spagna sono l' idroelettrico , le biomasse e l' energia marina (2 impianti in costruzione). [56]

Le fonti non rinnovabili di energia utilizzate in Spagna sono il nucleare (8 reattori operativi) il gas , carbone e petrolio .

Trasporti

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Trasporti in Spagna .
Treno AVE nella tratta Madrid - Barcellona .

Il sistema stradale spagnolo è di tipo centralizzato, con 6 autostrade che collegano Madrid ai Paesi Baschi, alla Catalogna, a Valencia, all'Andalusia occidentale, all'Estremadura e alla Galizia. Inoltre, ci sono strade lungo l' Atlantico ( Ferrol a Vigo ), Cantabria ( Oviedo a San Sebastián ) e sulle coste del Mediterraneo ( Gerona a Cadice ).

La Spagna ha la più estesa rete ad alta velocità ferroviaria in Europa e la seconda più estesa al mondo dopo la Cina . [57] [58] Ad ottobre 2010 la Spagna ha un totale di 3.500 km di tratte ad alta velocità che collegano Malaga, Siviglia, Madrid, Barcellona, Valencia e Valladolid, con i treni che raggiungono velocità fino ai 300 km/h. Per quanto riguarda la puntualità, è il secondo al mondo (98,54% sul tempo di arrivo) dopo Shinkansen giapponese (99%). [59] Se gli obiettivi del programma ambizioso AVE (treni ad alta velocità spagnola) vengono soddisfatti, entro il 2020 la Spagna avrà 7000 km di percorso ferroviario ad alta velocità che collegherà quasi tutte le città a Madrid in meno di 3 ore ea Barcellona entro 4 ore.

Ci sono 47 aeroporti pubblici in Spagna. Il più trafficato è l' Aeroporto di Madrid-Barajas , con 50,8 milioni di passeggeri nel 2008. L' aeroporto di Barcellona ( El Prat ) è anch'esso importante con 30 milioni di passeggeri transitati nel 2008. Altri grandi aeroporti si trovano a Gran Canaria, Malaga, Valencia, Siviglia, Maiorca, Alicante e Bilbao.

Nel 2008 la Spagna progettava di mettere su strada 1 milione di auto elettriche entro il 2014 come parte del piano del governo per risparmiare energia e aumentare l'efficienza energetica. Il ministro dell'Industria Miguel Sebastian ha dichiarato che “il veicolo elettrico è il futuro e il motore di una rivoluzione industriale”. [60]

Cultura

Arte

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Arte spagnola .

In tema artistico bisogna ricordare il Museo del Prado , in cui sono esposte opere dei più famosi artisti del mondo: venne istituito il 19 novembre 1819 .

Pittura

Fra i nomi più importanti della pittura spagnola possiamo trovare:

Da ricordare anche la figura dell'artista Antoni Tàpies .

Architettura

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Architettura spagnola .

Per architettura spagnola si intendono tutti gli esempi di architettura realizzati in ogni epoca in Spagna e le opere dei moderni architetti spagnoli presenti in tutto il mondo.

Grazie alla sua diversità storica, l'architettura spagnola s'è giovata di numerose influenze. Ad esempio, una città importante della provincia come Cordova , che fu fondata dai Romani e quindi vanta una vasta infrastruttura di quell'epoca, divenne la capitale culturale della dinastia islamica Omayyade vedendo sorgere su di essa anche raffinate architetture in stile arabo . [61] Le successive dinastie arabe che si sono succedute nel sud di Iberia, in particolare Andalusia , hanno sviluppato fulgidi esempi di architetture sempre più complesse e caratteristiche come il famoso complesso del Palazzo di Granada . Lo stile mudéjar , emerso dal XII al XV secolo è stato sviluppato con la fusione di motivi in stile moresco ei modelli dell'architettura europea.

Palazzo Alhambra , in Andalusia .

Allo stesso tempo, emersero i regni cristiani medievale che, durante e dopo la Reconquista , poco a poco svilupparono i loro stili, integrando i flussi romanici e gotici . In particolare vi fu una straordinaria fioritura dello stile gotico ed barocca che ha validi esempi sparsi su tutto il territorio nazionale.

L'arrivo dell' architettura modernista in ambito accademico, ha prodotto gran parte dell'architettura del XX secolo , uno stile che ha avuto l'epicentro a Barcellona e in Gaudí l'architetto simbolo, e esponente del Modernismo catalano . Dalle soglie del XXI secolo , la Spagna sta vivendo una rivoluzione nell'architettura contemporanea e architetti spagnoli come Rafael Moneo , Santiago Calatrava , Ricardo Bofill e molti altri hanno guadagnato fama mondiale.

Letteratura

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Letteratura spagnola .
Illustrazione del Don Chisciotte di Miguel de Cervantes . [62]

Con il termine letteratura spagnola ci si riferisce alla produzione letteraria scritta in lingua spagnola , tra cui la letteratura in lingua spagnola composta da scrittori non necessariamente spagnoli. Per le storiche diversità geografica e generazionali, la letteratura spagnola ha conosciuto un gran numero di influenze ed è molto disomogenea. Alcuni movimenti letterari più importanti possono essere identificati all'interno di essa.

Miguel de Cervantes è probabilmente l'autore più famoso della Spagna e il suo Don Chisciotte è considerata l'opera più emblematica nel canone della letteratura spagnola e un classico fondatore della letteratura occidentale. [62]

Filosofia

Tra il XIII e il XIV secolo si distinse il filosofo, teologo e alchimista Raimondo Lullo , inventore, tra l'altro, di un metodo denominato Ars magna .

Nel XVI secolo, nell'epoca della Riforma, si distinse la figura di Michele Serveto , esponente dell' Antitrinitarismo .

Inoltre il 28 settembre 1569 venne pubblicata a Basilea, in Svizzera, la prima traduzione completa della Bibbia in spagnolo, detta Bibbia dell'orso (Biblia del oso), da Casiodoro de Reina .

Sempre nel XVI secolo si distinse la figura della religiosa e mistica Santa Teresa d'Avila , autrice del saggio Il castello interiore (1577).

Tra il XVI e il XVII secolo ricordiamo la figura di Francisco Suárez , tra i maggiori esponenti della scolastica barocca.

Nel XX secolo ricordiamo la figura di José Ortega y Gasset , esponente dell' esistenzialismo , del prospettivismo e, in seguito, del raziovitalismo .

Tra le personalità femminili, nel XX secolo, si distinse María Zambrano , esponente della Generazione del '36 .

Diritto

In campo giuridico, nel XVI secolo, è da ricordare la figura di Francisco de Vitoria , tra i fondatori del diritto internazionale e importante esponente della Scuola di Salamanca o scolastica spagnola.

Musica

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Musica spagnola .

Uno degli stili musicali spagnoli più conosciuti è il Flamenco , il cui importante esponente, come cantante è Camarón de la Isla e come chitarrista Paco de Lucía , uno dei più grandi chitarristi di tutti i tempi [63] . Un tipico strumento a percussione è costituito dalle nacchere .

Tra i cantanti spagnoli ricordiamo, tra gli altri, Lola Flores , anche attrice, Rocío Jurado , nota anche come La Chipionera e La más grande , la cantante di origine gitana Isabel Pantoja , importante esponente della Copla andalusa , David Bisbal e ancora Julio Iglesias , il figlio Enrique Iglesias , Pau Donés , leader del gruppo rock latino Jarabe de Palo e Álvaro Soler . Tenore lirico-drammatico e cantante d'opera di fama mondiale è Plácido Domingo .

Tra i più noti compositori spagnoli del XIX secolo ricordiamo il violinista Pablo de Sarasate . Tra i compositori, vissuti tra il XIX e il XX secolo, ricordiamo Isaac Albéniz , esponente del post-Romanticismo musicale e Enrique Granados e Manuel de Falla , esponenti rispettivamente del nazionalismo musicale e dell' impressionismo musicale .

Un importante contributo allo studio della chitarra classica è stato dato da Andrés Segovia . Nello sviluppo dell'uso della chitarra classica moderna contribuì anche Francisco Tárrega . E ancora è da ricordare la figura del violoncellista Pau Casals (1876-1973): la data della sua nascita, il 29 dicembre , viene celebrata nel mondo con la Giornata internazionale del violoncello . [64] .

Cinema

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Cinema spagnolo .

Il cinema spagnolo ha ottenuto importanti successi internazionali, tra cui l' Oscar i film “ Il labirinto del fauno ” e “ Volver ”. [65] Nella lunga storia del cinema spagnolo, il grande regista Luis Buñuel fu il primo ad ottenere il riconoscimento internazionale, seguito da Pedro Almodóvar nei tardi anni ottanta . Altri registi spagnoli di fama sono: Segundo de Chomón , Florian Rey , Luis García Berlanga , Carlos Saura , Julio Medem , Juan José Bigas Luna e Alejandro Amenábar .

Tra gli attori di fama internazionale ricordiamo Antonio Banderas .

Scienza

Tra i più grandi scienziati spagnoli che si distinsero nel xx secolo bisogna citare Santiago Ramón y Cajal (1852-1934), (che sviluppó la dottrina del neurone, cioè l'idea secondo la quale i neuroni sono la formazione fondamentale e anche la funzionale del sistema nervoso), e Severo Ochoa (1905-1993), noto in particolare per le ricerche nella sintesi dell' RNA : vincitori, tra l'altro, del Premio Nobel per la medicina rispettivamente nel 1906 e 1959.

Chimica

  • 1783 : viene scoperto il tungsteno (o wolframio), dai chimici spagnoli, i fratelli Fausto Delhuyar e Juan José Delhuyar , scoperta esposta nell'opera Análisis químico de volfram y examen de un nuevo metal que entra en su composición .

Tecnologia

La Spagna nello spazio

Le grandi esplorazioni

Gastronomia

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Cucina spagnola .

Tra le specialità della cucina spagnola ricordiamo in particolare la paella .

Tra le bevande alcoliche nota è invece la sangria .

Sport

Calcio

L'interesse sportivo in Spagna è dominato dal calcio . La nazionale di calcio spagnola , ha vinto il campionato europeo di calcio nel 1964 , nel 2008 e nel 2012 e il Campionato mondiale di calcio nel 2010 . Il campionato spagnolo di calcio è considerato come uno dei migliori al mondo [66] poiché il Barcellona , il Real Madrid e l' Atletico Madrid sono tra squadre più titolate al mondo [67] .

Tra i grandi calciatori spagnoli ricordiamo Francisco Gento , inserito nella lista Miglior calciatore del XX secolo IFFHS , posizione numero 30, e Emilio Butragueño , Luis Enrique e Raúl , inseriti nella lista FIFA 100 . E ancora David Villa , attuale capocannoniere della nazionale spagnola con 59 reti.

Tennis

Rafael Nadal è il leader del tennis spagnolo e ha vinto diversi titoli del Grande Slam con campioni del passato come Sergi Bruguera , Arantxa Sánchez Vicario , Conchita Martínez , Àlex Corretja , Albert Costa , Carlos Moyá , Alberto Berasategui , Juan Carlos Ferrero ; anche la squadra spagnola di Coppa Davis ha ottenuto ottimi risultati con 5 titoli conquistati tra il 2000 e il 2011.

Ciclismo

Alberto Contador è il ciclista leader spagnolo e ha vinto diversi titoli del Grand Tour tra cui tre titoli del Tour de France , assieme alle gesta di predecessori come Luis Ocaña , Federico Bahamontes , Miguel Indurain , Abraham Olano , Carlos Sastre e Alejandro Valverde .

Automobilismo

Nella Formula 1 Fernando Alonso è stato il primo pilota spagnolo a vincere un campionato del mondo nel 2005 e nel 2006 .

Motociclismo

Nel motociclismo ricordiamo l'importante affermazione di Daniel Pedrosa , vincitore di 3 titoli al motomondiale e Marc Marquez vincitore di 8 titoli mondiali.

Pallacanestro

La Nazionale di pallacanestro della Spagna ha ottenuto importanti affermazioni in campo internazionale tra cui due titoli mondiali nel 2006 e nel 2019. Tra i cestisti di fama ricordiamo Pau Gasol , Marc Gasol e Ricky Rubio . Le squadre che compongono la Liga ACB (la lega nazionale di pallacanestro) più titolate di Spagna sono il Real Madrid Baloncesto , il Futbol Club Barcelona Bàsquet , il Club Joventut de Badalona e il Saski Baskonia .

Football Americano

È presente anche il Campionato spagnolo di football americano .

Giochi olimpici

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Spagna ai Giochi olimpici .

Il primo oro olimpico per la Spagna è stato conquistato nella disciplina della palla basca (pelota basca) maschile a squadre da José de Amézola e Francisco Villota , ai Giochi olimpici di Parigi 1900.

Altri sport

Basket , tennis , ciclismo , pallamano e, ultimamente, la Formula Uno hanno incrementato il loro successo, grazie anche alla presenza di campioni spagnoli in queste discipline. L'industria del turismo ha portato ad un miglioramento delle infrastrutture sportive, in particolare per gli sport acquatici, per il golf e lo sci . Nel nord della Spagna, il gioco della pelota è molto popolare.

Eventi sportivi

Le Olimpiadi estive del 1992 si sono tenute a Barcellona .

Alpinismo

La Corrida

Famosa in tutto il mondo è la corrida spagnola.

Festività e ricorrenze nazionali

Data Nome Significato
23 aprile Giornata della lingua spagnola nelle Nazioni Unite per celebrare la lingua spagnola nel mondo
12 ottobre Festa nazionale spagnola celebra la scoperta dell'America da parte di Cristoforo Colombo , nel 1492
27 novembre Día del Maestro [69] in onore a Giuseppe Calasanzio
6 dicembre Giorno della Costituzione della Spagna celebra la costituzione spagnola del 1978

Note

  1. ^ a b Secondo la Costituzione spagnola dal 1978 (art. 3): "Lo spagnolo è la lingua ufficiale dello Stato. Tutti gli spagnoli hanno il dovere di conoscerla e il diritto di usarla. Le ulteriori lingue spagnole saranno altresì ufficiali nell'ambito delle rispettive comunità autonome conformemente ai propri statuti".
  2. ^ Costituzione della Spagna ( PDF ), su mediaserver.spol.uniroma1.it . URL consultato il 26 aprile 2015 (archiviato dall' url originale il 4 marzo 2016) .
  3. ^ Unione dinastica tra Isabella di Castiglia e Ferdinando II di Aragona
  4. ^ Proclamazione di Juan Carlos I di Borbone come re di Spagna e inizio della transizione democratica
  5. ^ a b Anuario estadístico de España 2006. 1ª parte: entorno físico y medio ambiente ( PDF ), su ine.es .
  6. ^ https://www.worldometers.info/world-population/spain-population/
  7. ^ ( EN ) Population growth rate , su CIA World Factbook . URL consultato l'11 marzo 2015 .
  8. ^ a b c d ( EN ) World Economic Outlook Database, April 2019 , su IMF.org , Fondo Monetario Internazionale . URL consultato il 24 maggio 2019 .
  9. ^ Tasso di fertilità nel 2010 , su data.worldbank.org . URL consultato il 12 febbraio 2013 .
  10. ^ Jesús-Luis Cunchillos y José-Ángel Zamora, Gramatica elemental fenicia , Madrid, Consejo Superior de Investigaciones Científicas, 1997 (pp. 141-154), ISBN 84-00-07702-4
  11. ^ 'First west Europe tooth' found , BBC, 30 giugno 2007. URL consultato il 9 agosto 2008 .
  12. ^ Typical Aurignacian items were found in Cantabria (Morín, El Pendo, Castillo), the Basque Country (Santimamiñe) and Catalonia. The radiocarbon datations give the following dates: 32,425 and 29,515 BP.
  13. ^ Robert Rinehart, Seeley, Jo Ann Browning, A Country Study: Spain – Hispania , su lcweb2.loc.gov , Library of Congress Country Series, 1998. URL consultato il 9 agosto 2008 .
  14. ^ Stanley G. Payne, A History of Spain and Portugal; Ch. 1 Ancient Hispania , su libro.uca.edu , The Library of Iberian Resources Online, 1973. URL consultato il 9 agosto 2008 .
  15. ^ Dhimma provides rights of residence in return for taxes. H. Patrick Glenn, Legal Traditions of the World . Oxford University Press, 2007, pg. 218–219.
  16. ^ Dhimmi have fewer legal and social rights than Muslims, but more rights than other non-Muslims.Lewis, Bernard, The Jews of Islam. Princeton: Princeton University Press (1984). ISBN 978-0-691-00807-3 p. 62
  17. ^ Islamic and Christian Spain in the Early Middle Ages. Chapter 5: Ethnic Relations , Thomas F. Glick
  18. ^ Stanley G. Payne, A History of Spain and Portugal; Ch. 2 Al-Andalus , su libro.uca.edu , The Library of Iberian Resources Online, 1973. URL consultato il 9 agosto 2008 .
  19. ^ Robert Rinehart, Seeley, Jo Ann Browning, A Country Study: Spain – Castile and Aragon , su lcweb2.loc.gov , Library of Congress Country Series, 1998. URL consultato il 9 agosto 2008 .
  20. ^ Stanley G. Payne, A History of Spain and Portugal; Ch. 5 The Rise of Aragón-Catalonia , su libro.uca.edu , The Library of Iberian Resources Online, 1973. URL consultato il 9 agosto 2008 .
  21. ^ The Black Death , su channel4.com , Channel 4 . URL consultato il 13 agosto 2008 (archiviato dall' url originale il 9 luglio 2008) .
  22. ^ The Treaty of Granada, 1492 , su cyberistan.org , Islamic Civilisation. URL consultato il 13 agosto 2008 .
  23. ^ Spanish Inquisition left genetic legacy in Iberia . New Scientist. 4 December 2008.
  24. ^ Robert Rinehart, Seeley, Jo Ann Browning, A Country Study: Spain – The Golden Age , su lcweb2.loc.gov , Library of Congress Country Series, 1998. URL consultato il 9 agosto 2008 .
  25. ^ Imperial Spain , su ucalgary.ca , University of Calgary. URL consultato il 13 agosto 2008 (archiviato dall' url originale il 29 giugno 2008) .
  26. ^ Stanley G. Payne, A History of Spain and Portugal; Ch. 13 The Spanish Empire , su libro.uca.edu , The Library of Iberian Resources Online, 1973. URL consultato il 9 agosto 2008 .
  27. ^ Bamber Gascoigne, History of Spain: Bourbon dynasty: from AD 1700 , su historyworld.net , Library of Congress Country Series, 1998. URL consultato il 9 agosto 2008 .
  28. ^ David A. Bell, Napoleon's Total War , su TheHistoryNet.com (archiviato dall' url originale il 6 ottobre 2009) .
  29. ^ (Gates 2001, p.20)
  30. ^ (Gates 2001, p.467)
  31. ^ Spanish Civil War crimes investigation launched , Telegraph, 16 October 2008
  32. ^ Relatives of Spaniards who fled Franco granted citizenship ”. Daily Telegraph (UK) 28 December 2008.
  33. ^ Pfanner, Eric, Economy reaps benefits of entry to the 'club' : Spain's euro bonanza , in International Herald Tribune , 11 luglio 2002. URL consultato il 9 agosto 2008 . Vedi anche: Spain's economy / Plain sailing no longer , in The Economist , 3 maggio 2007. URL consultato il 9 agosto 2008 .
  34. ^ Al-Qaeda 'claims Madrid bombings' , BBC, 14 marzo 2004. URL consultato il 13 agosto 2008 . Vedi anche: Madrid bombers get long sentences , BBC, 31 ottobre 2007. URL consultato il 13 agosto 2008 .
  35. ^ Del 11-M al 14-M: estrategia yihadista, elecciones generales y opinión pública , su realinstitutoelcano.org , Fundación Real Instituto Elcano. URL consultato il 9 agosto 2008 .
  36. ^ Spain awakes to socialist reality , BBC, 15 marzo 2004. URL consultato il 13 agosto 2008 .
  37. ^ Parque Nacional del Teide en todo sobre España , su red2000.com .
  38. ^ a b Il Milione , p. 39 .
  39. ^ World Map of the Köppen-Geiger climate classification updated – (see p.3) ( PDF ), su schweizerbart.de . URL consultato il 30 aprile 2011 .
  40. ^ http://www.city-data.com/forum/attachments/weather/56180d1263187925-ultimate-climate-poll-koppen-climate-classification-kottek_et_al_2006.gif
  41. ^ Copia archiviata ( PNG ), su upload.wikimedia.org . URL consultato il 1º gennaio 2013 (archiviato dall' url originale il 30 aprile 2011) .
  42. ^ Distribuzione degli avvocati in Europa - Versari Studio , in Versari Studio , 26 febbraio 2016. URL consultato il 27 dicembre 2016 .
  43. ^ cfr. il sito dell' INE ( PDF ), su ine.es .
  44. ^ ( ES ) Instituto nacional de estadística , su ine.es . URL consultato il 3 agosto 2011 .
  45. ^ www.spagna.cc , su spagna.cc .
  46. ^ spagna disoccupazione - Cerca con Google , su www.google.com . URL consultato il 17 luglio 2019 .
  47. ^ “Global Guru” analysis , su theglobalguru.com , The Global Guru. URL consultato il 13 agosto 2008 (archiviato dall' url originale il 6 gennaio 2011) .
  48. ^ Economic report ( PDF ), su bde.es , Bank of Spain . URL consultato il 13 agosto 2008 (archiviato dall' url originale il 26 luglio 2008) .
  49. ^ Morning Edition, Spain Is World's Leader In Solar Energy , su npr.org . URL consultato il 4 settembre 2010 .
  50. ^ Spain becomes solar power world leader , su europeanfutureenergyforum.com . URL consultato il 4 settembre 2010 (archiviato dall' url originale il 24 novembre 2010) .
  51. ^ Spain becomes the first European wind energy producer after overcoming Germany for the first time , su eolicenergynews.org , Eolic Energy News, 31 dicembre 2010. URL consultato il 30 aprile 2011 .
  52. ^ Asociación Empresarial Eólica – Spanish Wind Energy Association – Energía Eólica , su aeeolica.es . URL consultato il 30 aprile 2011 .
  53. ^ ( ES ) Rafael Méndez, La eólica supera por primera vez la mitad de la producción eléctrica , in El País , Ediciones El Pais, 9 novembre 2009. URL consultato l'8 agosto 2010 .
  54. ^ Wind power in Spain breaks new instantaneous power record , su renovablesmadeinspain.es , www.renovablesmadeinspain.es, 9 novembre 2010. URL consultato il 5 giugno 2011 (archiviato dall' url originale il 14 dicembre 2011) .
  55. ^ Morning Edition, 14 reactores nucleares movidos por el viento , su elpais.com , www.elpais.com, 9 novembre 2010. URL consultato il 5 giugno 2011 .
  56. ^ Morning Edition, La Fuerza del Mar , su revista.consumer.es . URL consultato il 5 giugno 2011 (archiviato dall' url originale il 26 agosto 2011) .
  57. ^ The Need for Speed–High Speed Rail in Europe: Do You Speak Spanish? Europe on Track , su blog.raileurope.com . URL consultato il 1º novembre 2011 (archiviato dall' url originale il 2 febbraio 2011) .
  58. ^ Spain has developed Europe's largest high-speed rail network | Olive Press Newspaper | News , su theolivepress.es . URL consultato il 1º novembre 2011 .
  59. ^ Spain powers ahead with high-speed rail , su railpro.co.uk , www.railpro.co.uk, gennaio 2010. URL consultato il 5 giugno 2011 (archiviato dall' url originale il 21 luglio 2011) .
  60. ^ Spain to Put 1 million Electric Cars on the Road , su enn.com , Triplepundit.com, 30 luglio 2008. URL consultato il 14 dicembre 2016 .
  61. ^ Jo Cruz, Western Views of Islam in Medieval and Early Modern Europe: Perception and Other , a cura di Edited by David R. Blanks and Michael Frassetto, New York, Saint Martin's Press, 1999, p. 56.
  62. ^ a b The top 100 books of all time , in The Guardian , Londra, 11 maggio 2006. URL consultato il 14 agosto 2008 .
  63. ^ https://www.panorama.it/musica/paco-de-lucia-cinque-album-fondamentali/
  64. ^ https://celloday.wordpress.com/
  65. ^ Barry Jordan, Rikki Morgan-Tamosunas, Contemporary spanish cinema , Manchester University Press , 1998.
  66. ^ James McNicholas, Power Ranking WF's Best Tournaments , su Bleacher Report . URL consultato il 20 marzo 2016 .
  67. ^ Classifica dei club più titolati al mondo: graduatoria aggiornata , su CalcioWeb . URL consultato il 20 marzo 2016 .
  68. ^ https://www.elmundo.es/especiales/2013/deportes/everest/espanoles.html
  69. ^ https://elpais.com/elpais/2018/11/27/mamas_papas/1543303554_212299.html

Bibliografia

  • Achille Boroli e Adolfo Boroli, Il Milione - Enciclopedia di tutti i Paesi del mondo , vol. 2, Novara, Istituto Geografico De Agostini, 1974.

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF ( EN ) 133609710 · ISNI ( EN ) 0000 0001 2324 3505 · LCCN ( EN ) n79006971 · GND ( DE ) 4055964-6 · BNF ( FR ) cb118635857 (data) · BNE ( ES ) XX109717 (data) · NLA ( EN ) 35515143 · NDL ( EN , JA ) 00571694 · WorldCat Identities ( EN ) lccn-n79006971